Crea sito

1935, rapinatore di Foligno condannato: “M’hanno dato un anno per ogni lira rubata”

“M’hanno dato un anno per ogni lira rubata” disse al compagno di cella Amedeo Compagnacci, 24 anni di Foligno. Nonostante tutto non aveva perso il senso dell’umorismo. Accusato di rapina comparve davanti al Tribunale di Perugia il 16 gennaio 1935. Il fatto era avvenuto vicino Foligno, il 20 luglio dell’anno prima. Lungo la strada si avvicinò ad un passante, Giovanni Pjnchi, di Foligno anche lui e minacciandolo gli intimò di consegnarli tutti i soldi che aveva in tasca.

Sfortunato, Compagnacci. Perché Pinchi rivoltatosi le tasche non aveva che due lire (due euro e 30 a valori di oggi). E due anni e sei mesi di reclusione fu la pena decisa per lui dal Tribunale di Perugia. In effetti c’erano anche gli interessi, ma sta a guardare il capello!