Crea sito

1970, S.Valentino d’oro a Mina per la prima volta in ultra-mini

Lo spettacolo, di Terni, era una delle tappe della tournée che Mina fece in tutta Italia nel 1970. Capitò ai primi di febbraio e siccome di lì a poco si sarebbe festeggiato San Valentino, si pensò di aggiungere quell’avvenimento alle manifestazioni che si facevano per la ricorrenza del patrono degli innamorati oltre che di Terni. Tra le poche iniziative del tempo ce n’era una che cominciava a guadare una  certa notorietà: era il “Premio San Valentino d’Oro” che veniva consegnato a personalità dello spettacolo, della musica, della cultura, dello sport. Nel 1968, era nato quel premio, dovuto all’iniziativa di Agostino Pensa che ne fu “l’anima” per più di trent’anni. Nel 1968 il premiato era stato Bruno Lauzi; nel 1970 si stabilì di assegnarlo, tra gli altri, a Mina. E quale occasione migliore per la semplice cerimonia di consegna del premio se non quel concerto?

Mina sul palco del Politeama

E così fu. E, per la serie che la fortuna aiuta gli audaci, di quel premio San Valentino, si parlò moltissimo, ma per un’altra questione che costituì una novità: nel concerto di Terni, Mina inaugurò un nuovo look, quello che gli procurò molta ammirazione, costituito da una minigonna vertiginosa. “Mina canta in ultra-mini”, fu il titolo del Corriere d’Informazione: “Ha presentato l’audacissimo vestito in uno spettacolo a Terni”, si leggeva nel sommario a corredo di una foto di una Mina fotografata sul palco del Politeama ternano. Molti quotidiani e riviste di spettacolo dettero spazio e a quella novità, parlando di riflesso del premio di Terni che celebrava il patrono della città oltre che degli innamorati.

Fu una spinta poderosa per un premio che poi, grazie all’impegno costante di Agostino Pensa, è cresciuto notevolmente e che portò a Terni, per una cerimonia di consegna che diventava un evento sempre più prestigioso, decine e decine di celebrità.

VEDI ANCHE:SPECIALE SAN VALENTINO–>