Crea sito

1982, Umbria flagellata dal maltempo la settimana di Natale

Allagamenti nel centro cittadino di Terni

All’insegna del maltempo le festività natalizie del 1982 in Umbria. Una settimana di piogge intense flagellò l’intera regione la settimana prima di Natale provocando danni e disagi. A causa di tre frane che avevano danneggiato due dei tre acquedotti cittadini, il centro storico di Perugia rimase con i rubinetti asciutti: si cercò di ovviare allestendo un collegamento provvisorio con l’acquedotto della Scirca per assicurare il rifornimento di acqua potabile almeno ad una parte della città.

A Terni il Nera esondò nella zona industriale di Maratta, ma straripamenti erano segnalati anche dalla Valnerina e lungo la statale Flaminia dalle parti di San Liberato. Per favorire il deflusso delle acque fu aperto lo sbarramento di Santa Maria in Macale.

A San Gemini franò un tratto delle mura castellane, mentre a Vallo di Nera le mura medievali furono dichiarate pericolanti e puntellate dai vigili del fuoco.