Crea sito

1922, rubata la valigia del capo dei fascisti perugini con documenti della “marcia su Roma”

Duello Misuri fascista 400 fascisti
Alfredo Misuri

Alla stazione di Milano l’onorevole Alfredo Misuri esponente di primo piano del fascismo umbro e deputato nazionalista, salì sul treno che sarebbe partito per Bologna alle 19,45. Era il 16 ottobre 1922, un lunedì. L’on. Misuri doveva far rientro a Perugia. Misuri era stato uno dei fondatori del fascio perugino e si era distinto quale comandante di numerose azioni squadristiche. Alle elezioni del giugno 1921 era stato eletto deputato nella lista Nazionale con oltre trentacinquemila voti. Ad ottobre del 1922 a Milano si tenevano numerose riunioni per l’organizzazione della “marcia su Roma”. La presenza del capo dei fascisti perugini era essenziale, visto che s’era deciso di stabilire a Perugia il quartier generale dell’operazione.

Mancava ancora qualche minuto alla partenza del treno, e l’onorevole Misuri, appoggiata la propria valigia in uno scompartimento, stava passeggiando lungo il corridoi. “Rientrato nello scompartimento di 1. Classe – raccontò il cronista del Corriere della Sera – s’accorgeva che la valigia “more solito”, gli era stata involata”. Dentro, oltre agli oggetti personali, c’erano anche importanti documenti con tutta probabilità riguardanti proprio la marcia su Roma, anche se l’on. Misuri non poteva dirlo.

Il ladro, lesto come la “professione” richiede, era sceso dal treno dalla parte opposta al marciapiede della stazione, e stava correndo tra i binari cercando di nascondersi tra i treni fermi.

Lo bloccarono quasi subito. Fu pronto di spirito, in verità, e protestò vivacemente, affermando che la valigia lui la stava trasportando per conto di un viaggiatore.

Ma l’on. Misuri, “fattosi riconoscere, ritornava in possesso della sua preziosa valigia, mentre il ladro, arrestato e portato alla Delegazione della Stazione, veniva riconosciuto per Paolo Tabarrroni, fu Luigi, d’anni 22, nato e abitante a Persiceto Po, disoccupato e a Milano senza fissa dimora”.

Umbria si racconta copertina
L’UMBRIA SI RACCONTA per acquisto on line o e.book➱
A TERNI c/o LIBRERIA UBIK-ALTEROCCA IN CORSO TACITO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.