Foligno 1893: parapiglia ai Canapè, denunciati quattro repubblicani

Pietro Barsanti

Quella domenica, il 27 agosto 1893, a Foligno, ai Canapé, era di scena la banda cittadina. E già in quell’occasione ci fu un mezzo parapiglia perché tra i cittadini che assistevano al concerto ci fu chi cominciò a chiedere con insistenza e a gran voce che si suonasse l’Inno di Garibaldi. A questi fecero eco altri che chiedevano invece la Marsigliese.

Gli animi si scaldarono, tanto che intervennero i carabinieri. Quattro giovanotti furono denunciati per grida sediziose. Secondo il rapporto delle forze dell’ordine Alfredo Sparisci, Vitaliano Fabbricini, Raniero Fantozzi ed Ettore Ottaviani erano accusati di aver gridato “Morte alla Francia”, “Viva Barsanti, morte ai suoi fucilatori”. Pietro Barsanti, giovane di idee repubblicane. come noto, fu fucilato dopo essere stato accusato di aver partecipato – nel 1870 – ad un tentativo insurrezionale contro i Savoia.

I quattro giovani folignati imputati per i fatti dei Canapé comparvero davanti ai giudici ai primi di dicembre di quello stesso anno. Erano difesi dagli avvocati Sorbi, Maneschi e Fazi. Alfredo Sparisci e Vitaliano Fabbricini furono condannati a cinque giorni di arresti, mentre Fantozzi e Ottaviani furono assolti per insufficienza di prove.