Nocera, briganti all’assalto della diligenza: bottino 2000 franchi

Nocera

Nocera Umbra, 24 ottobre 1864 – Assalto alla “diligenza” lungo la strada che da Nocera Umbra porta a Foligno nei pressi di Valtopina. I banditi assalirono un convoglio che trasportava la Cassa dell’impresa Jork con duemila franchi. La Jork era una delle ditte appaltatrici per la costruzione della linea ferroviaria Roma-Ancona. Sul carretto avevano trovato posto il cassiere della ditta, Squaquarilli, con un suo uomo di fiducia. C’era ovviamente una scorta, composta di sei lancieri a cavallo.

NoceraDa Nocera erano state percorse circa cinque miglia e si era ormai ad un miglio da Valtopina. La strada si infilava in una strettoia tra le rocce, e qui, dietro ad alcuni macigni, c’erano i banditi, una decina, in attesa. Appena il convoglio arrivò, da dietro le rocce partirono i primi colpi di fucile indirizzati contro i lancieri di scorta. Invece di allungare l’andatura e cercare di fuggire, ci si fermò, coi lancieri che rispondevano al fuoco, ma avevano poche munizioni a disposizione. Finita la sparatoria, uno dei banditi si avvicinò al carretto mentre i suoi compagni mantenevano in pugno la situazione. Da solo, il bandito, si caricò sulle spalle la cassa di ferro contenete il denaro. Quindi i bandoti si doleguarono salendo verso le montagne. Ma della cassa si disfecero poco dopo il colpo: fu infatti ritrovata aperta poco lontano dal punto dell’agguato. A dare l’allarme fu uno dei lancieri che informò i rappresentanti dell’impresa. Subito scattò l’allarme e quattro carabinieri insieme ad un ufficiale di pubblica sicurezza si recarono sul posto e dettero il via alle indagini. L’assalto fu opera della banda di briganti di Cicinicchia, i banditi più feroci tra quelli che operavano in quella parte dell’Umbria.