Perugia 1927: chiesto più rispetto per la piazza medievale della fontana

Quella pavimentazione in piazza a Perugia non andava bene per niente. Per questo protestarono i componenti la “Brigata Amici dell’Arte”, i quali al termine di una riunione, tenuta la sera del 6 maggio 1927 approvarono un documento di protesta. Si trattava di un ordine del giorno “votato dopo una dotta e viva discussione” con cui si chiedeva che “Uno dei luoghi più gloriosi e caratteristici del medioevo italiano, la piazza di Perugia nel cui centro sorge la fontana dugentesca del Pisani, sia pavimentata in armonia dui sile e di tinte con i palazzi che la Circondano”.

Vale a dire che a giudizio della “Brigata Amici dell’Arte” per la pavimentazione doveva essere “a mattoni a costa come era nell’età di mezzo”.