1917, omicidio sul treno per Foligno scoperto alla stazione di Terni

omicidio

12 gennaio 1917 – Omicidio o suicidio? I giornali, nel dare la notizia sulle prime avanzarono questo dubbio. Ma il giovane trovato morto sul treno Roma-Foligno poteva essersi ucciso vibrandosi diversi colpi di rasoio al collo ed in faccia? Lo  trovarono tra due sedili di uno scompartimento della prima classe, quando il treno, alla mezzanotte tra l’11 e il 12 gennaio 1917, si fermò alla stazione di Terni. Si trattava di un dipendente delle ferrovie, Alfonso Vicinanza, 28 anni, di Roma. All’identità arrivarono grazie ad un biglietto a lui intestato per la tratta Roma-Civita Castellana, dove Alfonso Vicinanza era in servizio da poche settimane. Faceva, quindi, il pendolare. Essendo incaricato del servizio notturno, ogni sera raggiungeva la cittadina del Viterbese, ed ogni mattina tornava a casa sua. Se ne dedusse che l’aggressione e l’ omicidio – perché di questo si trattava – dovevano aver avuto luogo prima che il treno arrivasse ad Orte.

omicidio
La stazione di Terni

 

Alfonso Vicinanza – si disse – probabilmente era stato aggredito mentre dormiva, perché altrimenti la sua reazione non sarebbe stata da sottovalutare visto che si trattava di un giovanottone alto e massiccio.

Poi però le indagini accertarono che c’era stata proprio una violenta colluttazione: Alfonso Vicinanza aveva, infatti, oltre alle ferite alla gola, anche un taglio sul viso ed un altro alla mano destra, oltre che ecchimosi sotto un occhio, il segno di un pugno violento.

Stabilito cosa fosse avvenuto rimaneva molto più difficile risalire al responsabile. L’assassino era riuscito a fuggire, anche se quel treno effettuava solo poche fermate e nessuno, tra chi viaggiava in treno, si era accorto di niente. Misterioso il movente. Non risultava infatti che Alfonso Vicinanza, sposato e padre di una bambina in tenerissima età, avesse qualche nemico. La pista più probabile era quella dell’aggressione per rapina, così com’era accaduto non da molto, quando su quello stesso treno fu trovato assassinato l’industriale Arvedi.