Ottobre 1948, famiglia trucidata vicino Spoleto

famiglia

FamigliaFamiglia intera trucidata nei pressi di Spoleto, in contrada San Pellegrino, nella notte tra il 20 e il 21 ottobre 1948, forse per aver cercato di evitare che qualcuno svaligiasse la casa, una casa colonica. Il delitto fu scoperto da alcuni vicini: la porta d’ingresso alla casa era spalancata e dentro si vedeva una gran confusione: supellettili rovesciate, stoviglie sparse sul pavimento. Qualcuno è entrato e si è trovato di fronte ad una scena terribile: i tre componenti della famiglia Passeri erano stati barbaramente uccisi a colpi di doppietta: il marito, la moglie ed una bambina cui, nel lettino, avevano sparato un colpo al viso.
Emilio Passeri era stato ucciso in cucina colpito alla schiena da una scarica di pallettoni; due i colpi che avevano ucciso la moglie Maria, cui avevano sparato alla pancia e alla testa.
Tutto intorno un grande disordine: l’uomo e sua moglie avevano i vestiti strappati, segno che c’era stata una feroce colluttazione con gli assassini.